I messaggi pasquali dei patriarchi Bartolomeo e Kirill

da Ortodossia.it, sito ufficiale della Sacra Arcidiocesi Ortodossa d’Italia e Malta e da Ortodossia.org, sito ufficiale dell’Amministrazione delle parrocchie del Patriarcato di Mosca in Italia.

+ B A R T O L O M E O

PER MISERICORDIA DI DIO

ARCIVESCOVO DI COSTANTINOPOLI – NUOVA ROMA

E PATRIARCA ECUMENICO

A TUTTO IL PLEROMA DELLA CHIESA GRAZIA, PACE E MISERICORDIA

DA CRISTO GLORIOSAMENTE RISORTO

***

Fratelli amati e figli carissimi nel Signore Risorto, …

Viviamo dentro un mondo nel quale i mezzi di comunicazione globale diffondono continuamente incresciose informazioni su azioni terroristiche, su guerre in diversi luoghi, su fenomeni naturali catastrofici, di problemi a motivo del fanatismo religioso, di fame, del problema dei profughi, di malattie incurabili, di povertà, di oppressioni psicologiche, di senso di insicurezza e di altre situazioni spiacevoli legate a queste.

Di fronte a queste “croci” quotidiane, che noi uomini portiamo con “lamenti”, arriva la nostra Santa Madre Chiesa Ortodossa a rammentarci che possiamo essere felici, poiché il nostro principe Cristo è il loro vincitore, è il portatore della gioia, colui che allieta ogni cosa.

Il discorso completo è disponibile su Ortodossia.it.

MESSAGGIO PASQUALE

DI SUA SANTITA’

+ KIRILL

PATRIARCA DI MOSCA E DI TUTTA LA RUS’

***

“E’ apparsa la grazia di Dio,
apportatrice di salvezza per tutti gli uomini!” (Tit 2,11)

Amati fratelli nell’episcopato, reverendi padri, venerabili monaci e monache, cari fratelli e sorelle, …

Oggi Cristo chiama ancora tutti noi al banchetto della fede, al banchetto del Regno, ci chiama a gustare i frutti del suo sacrificio di salvezza, a inebriarci dell’acqua “che zampilla per la vita eterna” (Gv 4, 14). Tuttavia la nostra unità col Signore non può limitarsi alla sola partecipazione alle funzioni liturgiche o alla pietà individuale. Essa deve riflettersi pienamente in tutte le sfere della nostra vita. Non possiamo chiuderci in un’esultanza senza affanni, sapendo che accanto a noi sono uomini e donne che non hanno trovato la gioia della vita in Dio, sofferenti, afflitti, soli e abbandonati, o provati dalla malattia. E’ un nostro sacro dovere impegnarci affinché il nome di Cristo sia lodato ovunque e tutti, vedendo le opere buone compiute a gloria di Dio, accorrano alla fede ortodossa e rivolgano i propri cuori al Padre che è nei cieli.

Il discorso completo è disponibile su Ortodossia.org.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...