Achille Grandi, un uomo di fede. 1883-1901 Infanzia e formazione a Como

Il lettore che voglia cogliere l’autentica grandezza di Achille Grandi non la troverà che parzialmente nelle opere e nelle iniziative – sia pure così nobili, ardite e spesso lungimiranti – ma, più compiutamente, nella profondità e nella nobiltà della sua vita spirituale. Per inquadrare nella luce esatta ogni momento della sua esistenza – dai primi anni delle iniziali lotte sindacali nella nativa Como, agli ultimi, in cui assurse a importanza e notorietà nazionale – bisogna appunto risalire alla intensità della sua fede. È più facile, allora, scoprire la fiamma segreta che ne ha alimentato lo zelo e sostenuta la volontà in momenti ardui e difficili. Ogni atto, ogni azione, ogni gesto di questo uomo sono stati sempre ispirati da un vero, autentico cristianesimo.

Giorgio Cavalleri, Parliamo di Achille Grandi

1883-1901 Infanzia e formazione a Como

Achille Grandi nasce a Como il 24 agosto 1883 da Romualdo, operaio tintore, e da Olimpia Cavadini, tessitrice.

20180318 1883 A Grandi atto battesimo

Frequenta l’oratorio della parrocchia di San Donnino e recita nella filodrammatica dell’oratorio di San Filippo. Achille Grandi si forma come uomo e cristiano dentro i normali percorsi parrocchiali dell’epoca. È un bambino, poi ragazzo e infine giovane delle nostre parrocchie.

Una prima svolta della sua vita va individuata nell’anno 1894, quando Romualdo Grandi, padre di Achille, perde il lavoro e il figlio viene assunto in una tipografia dove inizia, appena undicenne, il suo apprendistato.

Gli anni della sua giovinezza sono anni di intenso studio e di impegno nei circoli cattolici assai vitali nella sua città: animato da un forte desiderio di imparare cose nuove e di partecipare alla vita sociale e sindacale dedica a queste attività il suo tempo libero, rifiutando di prestare lavoro straordinario oltre le dodici ore previste di norma dai contratti dell’epoca.

Achille Grandi ha ben presto compreso l’importanza determinante di una cultura e di una istruzione completa, in una società nella quale la formazione professionale era quasi del tutto carente e la possibilità di istruirsi ancora un lusso di pochi privilegiati. L’istruzione, secondo Grandi, deve essere attuata in modo completo e razionale per ogni cittadino, fino a divenire conquista di tutti, simbolo di libertà e testimonianza di affrancamento da ogni servitù spirituale e materiale. Grandi si interesserà di formazione tutta la vita e trasmetterà questa passione anche alle ACLI.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...