La storia della chiesa mariavita. Un’intervista di Tudor Petcu a padre Maciej Cyran

Pubblichiamo un’intervista a cura del dott. Tudor Petcu a p. Maciej Cyran sul mariavitismo. I mariaviti (dal latino “imitatori” della vita di Maria) sono una confessione religiosa nata nel seno della Chiesa cattolica in Polonia a cavallo dei secoli XIX e XX. La loro dottrina religiosa si basa, al di là della Bibbia e della Tradizione, anche sulle rivelazioni di suor Maria Franciszka Kozłowska (al secolo Feliksa). Nelle rivelazioni che avrebbe ricevuto da Cristo, raccolte insieme sotto titolo di Opera di Grande Misericordia, si afferma che l’umanità deve dedicarsi alla continua adorazione del santissimo Sacramento e che la maggior parte del clero cattolico romano, corrotto e demoralizzato, avrebbe perso la grazia di Dio.

La prego di parlarmi un po’ della chiesa mariavita. Qual è la specificità della sua chiesa?

A La fondatrice

Secondo me, sarebbe bene dire qualcosa sulla fondatrice del mariavitismo: Santa Maria Franziska Kozłowska (il suo nome da battezzata era Felicja Magdalena Kozłowska) nacque il 27 maggio 1862 a Wieliczna vicino a Węgrów. Viene dalla famosa famiglia che ha fatto molte cose buone per la Polonia all’epoca. Suo padre, Jakub Kozłowski, morì nella rivolta del febbraio 1863 contro il nemico. Quello era il momento in cui, in realtà, non c’era la Polonia (politica).

Come una bambina di 10 anni, Felicja ricevette la Prima Comunione a Varsavia. Come una ragazza di 21 anni, prese parte alla Congregazione delle Suore Francescane del Sofferente e prese il nome di Maria Franziska. È conosciuta con questo nome. Lei è stata lì per due anni. Nel 1887, l’8 settembre, fondò la Congregazione delle suore povere di Santa Chiara a Plock, che visse sotto la II Regola di Santa Chiara d’Assisi (1194 – 1253).

Fu così che vissero le suore fino al 1893.

B Rivelazioni mariavite

Il 2 agosto 1893, suor Maria Franziska era nella chiesa per la Santa Messa. All’improvviso fu come privata dei suoi sensi e si mise in piedi davanti alla maestà di Dio e sentì che il mondo è così peccaminoso che la giustizia di Dio deve punirlo. Ma la misericordia di Dio è molto più grande della giustizia e Dio vuole salvare il mondo. Ecco perché dà l’ultima salvezza al mondo: la venerazione del Santissimo Sacramento e l’aiuto perpetuo di Maria Beata Madre. Si dice che questa venerazione sia la nuova congregazione dei sacerdoti Mariaviten (dal latino dicendo: Mariae Vita – la vita di Maria in basso), che la sorella Maria Franziska dovrebbe fondare.

C Congregazione mariavita

I primi sacerdoti mariaviti furono annunciati alla sorella Maria Franziska come chiamata da Gesù stesso. Questi erano: padre Felicjan Maria Franziskus Strumiłło, padre Kazimierz Maria Jan Przyjemski, padre Leon Maria Andrzej Gołębiowski … ecc. Fu così che i primi padri furono chiamati per confessione. Madre Maria Franziska andò alla confessione e annunciò loro la volontà di Dio.

D La chiesa mariavita

Tutto ciò che abbiamo detto finora è considerato dalla Chiesa, che era sotto il dominio del papa romano. Madre Maria Franziska era un’avida figlia della Chiesa cattolica romana. Dal 1903 i mariaviti cercarono di ottenere il riconoscimento a Roma o in Vaticano. Il Papa era strettamente contrario perché (come sappiamo bene dalla storia) non poteva (o voleva) capire la volontà di Dio. Alla fine, nel 1906, condannò il movimento mariavita. Quindi i Mariaviten hanno dovuto organizzare la propria chiesa sin dall’inizio. I mariaviti vivevano in una chiesa fino al 1936. Nel frattempo Santa Maria Franziska (i mariaviti la chiamano “Mateczka” – la parola è difficile da tradurre in tedesco) morì il 23 agosto 1921. Il vescovo Jan Maria Michael Kowalski, Superiore Generale dell’Ordine Mariavita, guidò la chiesa.

E La pausa

Nel 1935 il grande protagonista nel Mariavitismo divenne il vescovo Filip Feldman che voleva governare da solo nella chiesa. Annuncia il capitolo illegale (29 gennaio 1935) per liberare l’arcivescovo Kowalski dall’incarico. L’arcivescovo Maria Michael fu esiliato a Felicjanów e il vescovo Feldman rimase a Płock. In questo momento abbiamo due chiese: la chiesa cattolica mariavita di Felicjanów (io sono un prete in questa chiesa) e la chiesa mariavita cattolica di Płock.

Questa è la breve storia della chiesa mariavita.

La specificità del nostro movimento, secondo me, è la venerazione dell’Eucaristia, il Santissimo Sacramento dell’Altare. Ricordiamo al mondo che il Signore è QUI e ama l’uomo all’infinito. Di ogni essere umano.

Qual è il rapporto tra la sua chiesa e le chiese ortodosse?

Fu nella storia che i mariaviti e gli ortodossi vivevano in una vera amicizia cristiana. Quando la chiesa mariavita era ancora indivisa, ma anche in ritardo, e se gli ortodossi di Płock non avevano chiesa, i mariaviti prestarono gli ortodossi alla sua chiesa di Płock (costruita nel 1914 e chiamata Tempio della Misericordia e dell’Amore – dal Signore Gesù) per celebrare la loro liturgia. Nella prima domanda, ho dimenticato di dire che le prime sorelle delle donne mariavite erano sarte. Quello era il suo compito principale per procurargli da mangiare. Hanno anche cucito le casule e anche per la liturgia orientale. Quando gli ortodossi costruirono la propria chiesa, ricevettero tutti i paramenti per i loro servizi.

La spiritualità e la liturgia ortodossa hanno anche modellato i primi mariaviti. Il vescovo mariavita Maria Jakób Próchniewski ha preparato la solenne liturgia, che secondo la liturgia di San Joannes Chrisostomus è scritto. Lo ha permesso la Santa Madre Maria Franziska.

Quindi non è stato male nella storia. Secondo me, dovremmo coltivare i contatti. I mariaviti agli ortodossi e gli ortodossi ai mariaviti possono offrire molta della spiritualità. Quindi potremmo conoscere meglio Cristo e diventare più ricchi internamente.

Le sarei molto grato se potesse spiegare un po’ la differenza tra la vecchia chiesa cattolica e la chiesa cattolica romana.

In breve, nel 1869-1870 il primo Concilio Vaticano si riunì in Vaticano. Questo consiglio fu una grande lotta tra gli oppositori dell’infallibità del Papa e i cosiddetti ultramontanisti, come viene chiamato, che erano interamente responsabili dell’infallibilità del vescovo romano. Il 12 luglio 1870 vinsero gli ultramontanisti. Tutti i cardinali, arcivescovi, vescovi dovrebbero firmare questa costituzione sotto il titolo latino “Pastor aeternus”. Ma c’erano alcuni che non potevano firmare queste costituzioni perché era contro la loro coscienza! E dissero: crederemo nel VECCHIO! L’allora Papa (Pio IX.) lo considerò disobbedienza e scomunicò tutti coloro che non scrissero questo decreto, quindi l’inizio delle antiche chiese cattoliche contemporanee. Più tardi la vecchia chiesa cattolica ha ritirato la pratica che era tra i primi cristiani, ad esempio il matrimonio di sacerdoti …

La differenza è che i cristiani cattolici romani non riconoscono l’incapacità e la giurisdizione del vescovo di Roma su tutto il mondo, i vecchi cattolici – no.

In che modo le comunità ortodosse dell’Europa orientale dovrebbero comprendere la Chiesa dei mariaviti?

Nelle rivelazioni mariavite, la madre Maria Franziska ha visto che la venerazione del Santissimo Sacramento abbraccerà TUTTO IL MONDO. Guardo la chiesa non solo a ovest, ma anche a est, cioè come un uomo ha DUE gambe, respira con DUE polmoni, ecco com’è con la chiesa … Sì, è stato brutto nella storia, l’anno 1054 è stato una tragedia, l’Occidente è colpevole qui, questo è chiaro per me. Ma per il futuro possiamo diventare ricchi internamente!

La liturgia mariavita secondo lo stile orientale (la sto ricevendo per posta proprio ora :)) Potrebbe essere possibile rendere il Mariavitismo, come movimento spirituale, vicino agli ortodossi?

Ho sentito che c’è la chiesa ortodossa mariavita da qualche parte nel mondo. Il mio sogno è in qualche modo (non so ancora come) costruire una parrocchia ortodossa mariavita (comunità).

Le comunità ortodosse dovrebbero capirci – intendo dire coloro che vogliono avvicinare Cristo e sua madre a tutti. All’aperto di Santa Maria Franziska dice che la terra è un’immagine speculare del cielo. Dovremmo farlo tutti e vivere così.

Come percepisce l’ecumenismo? Pensa che l’ecumenismo sia necessario per la vecchia chiesa cattolica?

Per me, l’ecumenismo è la fratellanza. La mia congregazione (la congregazione ecumenica dei mariaviti) cerca di unire tutti i cristiani attraverso le divisioni e i confini.

Personalmente cerco di vivere in quel modo. Sostengo che l’ecumenismo legga la vita senza competizione. Siamo chiamati a vivere come fratelli. Nessuno è infallibile! Dobbiamo predicare il Vangelo. Ecco perché tra i miei noti su Facebook i rappresentanti sono tutte chiese – da ovest a est. Tutti sono i miei fratelli e sorelle.

Qual è la situazione della sua chiesa e congregazione in Polonia? Ha una relazione con la Chiesa cattolica in Polonia?

Come ho detto, c’è il Mariavitismo in Polonia, ma ci sono due chiese Mariavitiscen: la Vecchia chiesa cattolica dei Mariaviten e la chiesa cattolica dei Mariaviten. C’è anche la Congregazione ecumenica dei mariaviti fondata nel 1979 dal fratello Konrad Maria Paweł Rudnicki (Vecchia chiesa cattolica dei Mariaviten) e dal fratello Józef Maria Polikarp Zaborek (Chiesa cattolica dei Mariaviten) per unire tutti i Mariaviten e gli altri cristiani intorno al Santissimo Sacramento. Tutti coloro che vogliono appartenere a questa congregazione: i vecchi cattolici, i cattolici romani, gli ortodossi, i cristiani evangelici … È vero che non tutti i superiori della chiesa vogliono riconoscere questa congregazione …

Le due chiese mariavite sono tollerate in Polonia, sì, la chiesa cattolica dei mariaviti – meno.

Come sacerdote mariavita, sono perseguitato qui. Ho una moglie e un figlio (un figlio). Ho lavorato come prete cattolico romano per 8 anni e ho lasciato la Chiesa romana dieci anni fa. Mia moglie e tutti i “romani” mi perseguitano e non vogliono sentire nulla della mia attività sacerdotale … Quindi il rapporto tra la Chiesa cattolica romana e me è difficile. Vivo lontano da Felicjanów, cioè dal centro della mia chiesa … Non devo visitarlo … Non so esattamente come sia l’ecumenismo lì.

Cosa potrebbe dirmi dei santi della vecchia chiesa cattolica?

Tutti i santi sono i miei fratelli e sorelle. Quindi asserisco i santi di tutti i tempi e di tutte le età, di tutte le confessioni cristiane. Nella mia vita personale e spirituale, cerco i Protomariaviti tra i santi, cioè la maggiore venerazione del Santissimo Sacramento, la Beata Madre di Dio rispetto agli altri, e li chiamo Protomariaviti.

I miei santi preferiti includono:

– San Serafino di Sarov

– St. Joannes Maximovitsch

– padre Cleopa (di Monaster Sihastria)

– Padre Seraphim Posse

Sant’Alfons Maria Liguori

St. Louis Maria Grignion de Montfort …

e altri …

Li adoro come testimoni di Cristo, non li divido come vecchi cattolici o altri …

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...