«La Bibbia e il problema delle origini. L’inizio della storia della salvezza». Un testo di Franco Festorazzi

Mettiamo a disposizione un libro pubblicato nel 1966 di mons. Franco Festorazzi, deceduto in questi giorni e ne riprendiamo direttamente nel post un breve brano delle conclusioni da cui emerge il suo grande amore per la Parola di Dio.

L’uomo di oggi, malgrado alcune manifestazioni che potreb­bero sembrare suggerire il contrario, è un uomo pensoso: le esperienze individuali e sociali del mondo contemporaneo lo portano con maggior urgenza e acutezza agli interrogativi più profondi della sua esistenza.

Cos’è l’uomo? Qual è il significa­to del dolore, del male, della morte che malgrado ogni progres­so continuano a sussistere? Cosa valgono queste conquiste a co­sì caro prezzo raggiunte? Che reca l’uomo alla società, e che cosa può attendersi da essa? Cosa ci sarà dopo questa vita?

Gaudium et Spes, n. 10

20210626 bibbia-problema-delle-origini-inizio-della-storia-61c55dc1-679a-4f3e-b895-1b6976d6cfc3

La storia dell’umanità ripropone continuamente questi pro­blemi : lo studio delle grandi civiltà antiche, che abbiamo tro­vato seppure sinteticamente nella trattazione, ne è un esempio significativo. L’aver messo in rilievo le differenze essenziali tra le loro soluzioni e quelle della Bibbia non deve trarre in ingan­no : noi guardiamo con rispetto, con ammirazione e venerazione agli sforzi compiuti dagli uomini alla ricerca della verità.

Sotto la veste pittoresca e un po’ ingenua delle mitologie o delle altre espressioni letterarie si trovano valori umani, idee e scoperte profonde, che manifestano la ricchezza delle civiltà antiche e at­testano l’impegno e l’ansia dell’uomo nello sforzo per risolvere i suoi grandi problemi.

L’uomo moderno li ripropone con gravità ancora maggiore, per nuove esperienze della sua storia; ma insieme egli diventa più che mai consapevole dell’impossibilità di risolverli soltanto con le sue proprie forze. La Chiesa, nel suo dialogo con il mondo contemporaneo, si presenta come depositaria e testimone vivente del messaggio della salvezza: sa di poter portare «sempre all’uomo luce e for­za per rispondere alla sua suprema vocazione», perché possiede la Parola di Dio. Infatti essa «crede di trovare nel suo Signore e Maestro la chiave, il centro e il fine dell’uomo nonché della storia umana» (Gaudium et Spes, n. 10).

Questa vitalità della Chiesa le deriva dal fatto che essa «ha sempre venerato le Divine Scritture come ha fatto per il Corpo stesso di Cristo, non mancando mai, soprattutto nella sacra Li­turgia, di nutrirsi del pane della vita dalla mensa sia della pa­rola di Dio che del Corpo di Cristo, e di porgerlo ai fedeli» (Dei Verbum, n. 21).

Il nostro lavoro ha voluto essere un saggio di accostamento scientifico e vitale alla parola di Dio. Al termine dell’analisi, che ha cercato di utilizzare tutte le risorse del metodo critico­-storico (dalla filologia alla storia, all’archeologia ecc.) e di quello teologico, è necessario quasi uno spogliamento: la mente si de­ve liberare di tante nozioni pur indispensabili in un primo sta­dio della ricerca, per trovarsi con purezza davanti alla sempli­cità meravigliosa del disegno divino.

È un invito cordiale a ri­vedere alla luce della rivelazione (Gen. 1-11 ne ha già fatto scorgere la ricchezza ed è stimolo efficace a continuare la ricer­ca) i grandi problemi dell’uomo. Non si tratta più, ora, solo di studiare, di indagare soltanto con l’intelletto, ma di assimilare e di aderire con tutta la propria personalità; ancor più, è ne­cessario sperimentare nella propria vita. Adesione e esperienza di fede, che diventano preghiera di adorazione e di lode. Scoper­ta luminosa e vitale, analoga a quella di s. Giovanni, che atte­sta il suo incontro misterioso e ineffabile con Dio nell’espressio­ne commovente: Dio è Amore (1 Giov. 4,8,16). Verità e real­tà, che esigono dall’uomo la risposta più generosa e totalitaria, la quale lo inserisce pienamente nella storia della salvezza: Noi abbiamo creduto all’Amore! (1 Giov. 4,16). 

mons. Franco Festorazzi

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...