Quando solidarietà e ristorazione si fondono: a Milano apre “Rob de Matt”

da Interris.it, online international newspaper – con i piedi in terra guardando il cielo.

Un bistrot che come obiettivo ha principale – oltre al buon cibo – ha quello di promuovere l’inclusione sociale e lavorativa di persone con storie di marginalità e svantaggio. Con queste particolari caratteristiche, apre a Milano, in via Butti numero zero, “Rob De Matt”.

Un opportunità di lavoro per gli emarginati

L’idea dei fondatori del progetto è quella di formare al lavoro giovani con disagio psichico, ma anche rifugiati politici, migranti in difficoltà ed ex carcerati. Insomma, se c’è la buona volontà, non importa quale sia la storia che uno si porta alle spalle. L’obiettivo è quello di coinvolgere nel mondo del lavoro tutti, nessuno escluso.

L’obiettivo del progetto

“Il cuore del progetto – spiega Francesco ‘Franz’ Purpura, uno dei tre soci fondatori dell’associazione che ha dato vita allo spazio – è l’inserimento lavorativo delle persone con disagio psichico, ma la nostra idea è di estendere la formazione anche ad altre persone in stato di bisogno. In tutto questo un ruolo rilevante lo avrà il Comune di Milano, che ha già dato la sua disponibilità per delle borse-lavoro per i ragazzi”.

Corsi di formazione per i lavoratori

Chi entrerà a far parte dello staff del “Rob De Matt”, dovrà partecipare anche a dei corsi di formazione – che saranno gestiti dallo chef Edoardo Todeschini, ideatore del progetto -, corsi che non saranno slegati dall’attività ordinaria: i giovani impareranno proprio lavorando, aiutando il cuoco o servendo ai tavoli. Al momento sono già impegnati nel cantiere del bistrot, cinque ragazzi ma poi ci saranno cicli continui che impegneranno 10 ragazzi alla volta. Una volta entrati a regime, “la nostra ambizione – racconta Purpura – è di poter fornire personale qualificato ad altri bar e ristoranti”. Per realizzare il primo corso di formazione professionale di 80 ore per 10 persone con disagio psichico o sociale e i primi due inserimenti lavorativi nello staff è attiva una raccolta fondi:https://www.generosity.com/community-fundraising/cooking-c ourses-for-mentally-disabled-people.

Angela Rossi

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...