La complessità delle immagini di Dio

da Riforma.it, il quotidiano on-line delle chiese evangeliche battiste, metodiste e valdesi in Italia.

Poiché il Signore, il vostro Dio, è il Dio degli dèi, il Signore dei signori, il Dio grande, forte e tremendo, che non ha riguardi personali e non accetta regali, che fa giustizia all’orfano e alla vedova, che ama lo straniero e gli dà pane e vestito

Deuteronomio 10, 17-18

E Gesù, avvicinatosi, parlò loro, dicendo: «Ogni potere mi è stato dato in cielo e sulla terra»

Matteo 28, 18

Molti sono i personaggi del nostro tempo che esercitano potere sui popoli e sulle nazioni, le cui decisioni hanno grande influenza sulla salute delle persone, sul clima della terra, sui diritti degli uomini e delle donne. Sarebbe sciocco negare che le loro decisioni, motivate con ragioni politiche, non rispondano a precisi interessi che favoriscono alcuni, singoli o gruppi, a danno di altri. Così sono le politiche che tutelano i monopoli, i brevetti, i dazi, gli embarghi ecc.; tutte politiche che condannano i paesi poveri, e non solo, a non potersi scrollare di dosso il debito pubblico e che anzi lo aggravano di anno in anno. Politiche che favoriscono chi ha e che condannano all’esclusione chi non ha.

Non sono queste le caratteristiche che il Deuteronomio e anche noi attribuiamo al nostro Dio.

Egli non ha riguardi personali e non si lascia corrompere con regali e bustarelle. Egli fa giustizia a tutti senza dimenticare l’orfano, la vedova e lo straniero a cui dà pane e vestito. Queste notazioni, ricordate nel versetto 18, mostrano l’altro volto di Dio, quello che non è mostrato quando lo si vede soltanto come grande, forte e tremendo.

Il volto potente e tremendo di Dio per alcuni è stato motivo di terrore e hanno preferito fuggire da Dio o concentrarsi sul suo volto misericordioso. Al volto paterno, patriarcale, alcuni preferiscono il volto materno. Ci si abitua così a cancellare un aspetto del volto di Dio per mettere in evidenza quello che fa meno paura e che, mentre soccorre l’orfano, la vedova e lo straniero, diventa meno offensivo per tutti. In Gesù e con Gesù o, se vogliamo, con la chiesa primitiva, vediamo prevalentemente il volto buono di Dio, ma non viene nascosto l’altro aspetto del volto di Dio. Chiediamoci fino a che punto ci è lecito oscurare un aspetto del volto di Dio.

Salvatore Rapisarda

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...