Il lavoro nella Bibbia: fare al testo le domande giuste

Prima di valutare se una risposta è esatta si deve valutare se la domanda è corretta.

Immanuel Kant

Il lavoro e l’attività umana sono presenti continuamente nella Bibbia. Questa abbondante presenza rischia, però, di indurre in errore attraverso interpretazioni troppo immediate o pretese anacronistiche. Sarà quindi necessario premettere alcune precisazioni.

Nella Sacra Scrittura non è presente né un discorso compiuto o una dottrina sistematica sul lavoro né il concetto di lavoro come normalmente lo si intende nella società moderna1, cioè nella sua accezione utilitaristica e quantificabile, ma è sempre visto come attività personale e di relazione con Dio e il mondo. Inoltre il tema del lavoro, pur essendo citato abbondantemente, non ha particolare rilievo per l’annuncio biblico, che riguarda l’alleanza tra Dio e il suo popolo e gli interventi divini nella storia (con il mistero di Gesù Cristo in primo piano). L’attività lavorativa è importante nella Bibbia in quanto espressione dell’esistenza umana e delle sue caratteristiche di finitezza bisognosa di essere salvata e dotata di senso. Di per sé il lavoro non è in grado né di dare significato ultimo alla vita né di essere elemento decisivo ed autonomo riguardo la salvezza, la santificazione o la condanna dell’uomo2. Quindi lo studio del tema dovrà inserirlo nel contesto dell’antropologia biblica e non potrà pensare di dedurre una visione organica o una dottrina.

Infatti i rischi di una non accorta teologia biblica del lavoro possono concretizzarsi in una ricerca basata su risposte immediate a problemi e domande anacronistiche che la Bibbia non può dare, o in un utilizzo selettivo di pericopi o versetti3. Solo l’inserimento del tema nel più generale contesto dell’annuncio biblico e della sua concezione di uomo può portare a risultati non fuorvianti.

Ma questo non mette in discussione la necessità e la ricchezza del riferimento all’esperienza biblica; infatti, nei libri biblici “si parla molto dell’uomo che si affatica nel lavoro. La profonda e originale esperienza religiosa che Israele ha vissuto, non poteva non investire e trasformare anche questa profonda esperienza umana4.

1Manca persino un termine specifico per significare il lavoro come noi oggi lo intendiamo”. B. Maggioni, Il seme e la terra. Note bibliche per un cristianesimo nel mondo, Milano, Vita & Pensiero, 2003, p. 155.

2Il lavoro fa parte dell’esistenza umana, ma non ne esaurisce il senso né salva l’uomo; non santifica l’uomo ma neppure lo condanna”. A. Bonora, Lavoro, in Nuovo dizionario di teologia biblica, a cura di P. Rossano, G. Ravasi, A. Girlanda, Cinisello Balsamo (Mi), San Paolo, 1988, pp. 776-788, p. 777.

3Spesso si pensa di poter trovare specifici testi biblici per determinati problemi contemporanei. Tali testi sono parti importanti della tradizione, ma l’applicarli direttamente alla situazione contemporanea può distorcere il loro significato. I testi citati vanno situati in riferimento ai problemi del loro tempo, possono essere fuorvianti quando sono applicati direttamente ai problemi di oggi, che sono diversi. […] Le direttive bibliche rimangono fondamentali per la dimensione di senso del lavoro, direttive che debbono guidarci nell’elaborare un approccio alla sistemazione e al funzionamento delle istituzioni private e pubbliche, affinché siano espressione di quel bene dell’uomo, che è in gioco nell’attività umana lavorativa. Ma non è possibile presupporre la chiarezza di un presunto messaggio biblico intorno ai problemi particolari del lavoro rispetto all’esperienza della realtà presente. I riferimenti al dato rivelato apparirebbero caratterizzati da un tratto quasi «fondamentalistico»”. G. Manzone, Il lavoro tra riconoscimento e mercato. Per una logica del dono, Brescia, Queriniana, 2006, pp. 81-82.

4 B. Maggioni, Il seme e la terra, p. 155.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...